ARSAC

BOLLETTINO agrometeorologico e fitosanitario – agrumi e olivo valido fino al 5 dicembre 2023

L’Arsac, su mandato della Regione Calabria, elabora in via sperimentale il Bollettino agrometeorologico e di difesa fitosanitaria contenente informazioni sulla situazione meteorologica e fenologica di vite, olivo e agrumi, riguardanti tutto il territorio regionale suddiviso in 8 aree considerate climaticamente omogenee: Zona 1- Cosenza Tirrenica, Zona 2- Cosenza Ionica, Zona 3- Piana di Lamezia e Vibo, Zona 4- Catanzarese, Zona 5- Crotonese, Zona 6- Ionio Reggino-Reggio, Zona 7- Tirreno Reggino, Zona 8 – Locride  Il bollettino contiene inoltre consigli utili sulle pratiche colturali e di difesa fitosanitaria da adottare in relazione al grado di evoluzione delle malattie, in ottemperanza da quanto previsto da Piano di Azione Nazionale (PAN) per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (Direttiva 2009/128/CE, recepita con il decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150)

BOLLETTINO agrometeorologico e fitosanitario – agrumi e olivo valido fino al 5 dicembre 2023

AGRUMI: le temperature superiori alla media stagionale hanno favorito gli attacchi di Mosca della frutta, ma la brusca diminuzione delle temperature degli ultimi giorni potrebbe aver bloccato ulteriori attacchi di questo parassita.
 
OLIVO: procedono le operazioni di raccolta: nelle aree in cui vengono man mano concluse, verrà interrotta la pubblicazione dei bollettini. Il particolare andamento climatico di questa annata, ha condizionato negativamente la produzione, che risulta scarsa sia dal punto di vista quantitativo che da quello qualitativo.
 
METEO: dopo un lungo periodo di temperature notevolmente al di sopra delle medie climatiche queste ultime settimane sono caratterizzate dall’estrema variabilità delle temperature. Nel grafico qui sotto possiamo notare come la settimana tra il 15 e il 21 novembre è caratterizzata da una naturale diminuzione della temperatura fino al 19, per poi evidenziare una violenta impennata e superare di oltre 2,5° le medie climatiche. Il periodo seguente è contrassegnato da alte temperature ed un agravarsi di tutti i problemi fitosanitari ad esse correlate. tra il 25 ed il 26 novembre, a causa dell’inserimento di aria fredda proveniente dai Balcani, si è registrato un brusco crollo delle temperature ben al disotto delle medie attese. In conclusione non sono i valori assoluti di temperatura a caratterizzare questo strano periodo, ma la loro estrema variabilità.

Clicca QUI per continuare a leggere

 


Ultima modifica 30 Novembre 2023

Visite : 46