whistleblower – Tutela del Dipendente Pubblico che segnala illeciti

La legge 190/2012 introduce per la prima volta nell’ordinamento italiano la figura del whistleblower: art. 54-bis del d.lg. 165/2001 recante in rubrica “Tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti”. Come profilato dalla norma il whistleblower è colui che è testimone di un’azione illecita o di un’irregolarità durante lo svolgimento delle proprie mansioni lavorative, e decide di avviare una segnalazione a persona o autorità designata che possa agire efficacemente al riguardo.
L’atto di segnalazione è in sé stesso una buona pratica a tutela dell’interesse pubblico per porre rimedio, tempestivamente, a pericoli per l’ente di appartenenza e per la comunità.
Il whistleblowing è pertanto l’insieme di quelle attività di regolamentazione delle procedure volte a incentivare e proteggere tali segnalazioni e i soggetti che ne denunciano l’esistenza.

Modulo di attivazione per le segnalazioni interne “ipotesi di illecito whistleblower” da indirizzare al responsabile dell’anticorruzione mail: anticorruzione@arsac.calabria.it

Visite : 22