I FAI – I Giganti della Sila furono piantati nella prima metà del ‘600, e raccontano le storie e la quotidianità degli uomini che in passato hanno abitato questi luoghi.
Ancora oggi, infatti, su alcuni esemplari sono visibili le cavità create dal prelievo delle tede, schegge di legno duro particolarmente ricche di resina, da utilizzare come fiaccole per accendere il fuoco. Questi antri, talvolta grandi abbastanza da ospitare una persona, venivano sfruttati dai pastori che attraversavano l’altopiano per la transumanza come ricovero notturno.
Scopri di più >> www.gigantisila.it

Visite : 10

Ultimo aggiornamento