Archives for Gennaio 2019

#arsacwebL’Azienda Agraria “Todaro” e i ragazzi del corso agro sezione E, in co…


#arsacweb













L’Azienda Agraria “Todaro” e i ragazzi del corso agro sezione E, in collaborazione con l’ARSAC, hanno avviato la sperimentazione (in serra) di alcune varietà di aglio autoctono. Si tratta in particolare dell’aglio rosso cardinale di Calabria, riscoperto di recente dal Centro di Divulgazione Agricola dell’ARSAC che è un ecotipo locale della specie Allium sativum e appartiene alla famiglia delle Liliacee.

Come nella tradizione, la semina dei “bulbilli”(o spicchi) di questo ecotipo di aglio avviene manualmente alla fine di ottobre e si raccoglie ai primi di luglio. Dopo la raccolta, si conserva sottoforma di trecce o mazzetti che, di solito, si appendono sotto una tettoia al riparo dalle piogge.
Qualche giovane imprenditore, sta sperimentando la conservazione di questo prodotto (bulbilli) in vasettini aromatizzato con pepe e foglie di Alloro e Ginepro oppure in agro dolce, particolarmente gradito dai consumatori come aperitivo e/o antipasto in quanto viene completamente eliminato l’odore sgradito di aglio. L’Italia è un paese importatore di aglio ma, la qualità dell’aglio prodotto in Italia è superiore a quello importato da altri Paesi (Cina, Spagna, Turchia, Egitto, Cambogia, ecc.).
Questa consapevolezza ha stimolato le aree di maggior e tradizionale produzione a riorganizzare la coltivazione e la commercializzazione istituendo anche marchi di protezione europea (IGP, DOP). Tra i più famosi Agli italiani abbiamo: Bianco Piacentino, Bianco Polesano, Aglio di Voghiera, Aglio di Resia, Aglio di Vessalico, Rosso di Paceco, Rosso di Sulmona, Aglio Testa Rossa Cardinale della valle dell’Esaro, (Calabria Provincia di Cosenza), ecc.. Questi prodotti esprimono con le loro caratteristiche organolettiche la tipicità dell’area di coltivazione. Questo ecotipo di aglio è stato seminato, in apposita parcella, presso il Centro Sperimentale Dimostrativo (CSD) dell’ARSAC di San Marco Argentano in quanto si sta valutando la possibilità di inserire lo studio di questo ed altri ecotipi in un progetto più complessivo con le risorse del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020. In conclusione, l’impegno è mirato, oltre che alla caratterizzazione genetica e qualitativa del prodotto, al rilancio gastronomico, ad approfondire le conoscenze della coltura al fine di migliorare e meccanizzare le tecniche colturali inserendo l’aglio in sistemi orticoli più ampi.
[Determina n. 378 del 07.10.2015 – Progetto “ L’Aglio testa rossa Cardinale della Valle dell’Esaro e del Fullone PSR Calabria 2007/2013].

Visite : 8

Read more

Atti 2019

Visite : 28

Read more

Mirto (CS): “Sistema di Qualita’ Nazionale di Produzione Integrata” · – Azienda Regionale per Lo Sviluppo dell’Agricoltura Calabrese


Venerdì 1 Febbraio alle ore 9.30, a Mirto Crosia
#arsacweb

Mirto (CS): “Sistema di Qualita’ Nazionale di Produzione Integrata” · – Azienda Regionale per Lo Sviluppo dell’Agricoltura Calabrese

Venerdì 1 Febbraio alle ore 9.30, si svolgerà a Mirto, presso la sede del Centro Sperimentale Dimostrativo dell’Arsac, un incontro dal titolo “Sistema di…   Leggi tutto

Visite : 11

Read more