Azienda Regionale per lo Sviluppo
dell’Agricoltura Calabrese
RESOCONTO
V^ Edizione Giornate Formative: Potatura dell’olivo nella Locride

Manifestazione nata nel 2011 dalla collaborazione tra il Centro di Sviluppo Agricolo n. 8 dell’ARSAC (Azienda Regionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura Calabrese) di Locri (RC) e l’Associazione L’ARATRO di Gerace (RC), come attività divulgativa diretta agli operatori agricoli del comprensorio della Locride, ha assunto negli anni i connotati di un raduno a carattere interprovinciale. Giunta alla V^ edizione, quest’anno ha ottenuto il patrocinio del Comune di Gioiosa Ionica, confermandosi la principale iniziativa in ambito regionale nello specifico comparto.
Nello spirito di allargare l’esperienza ad altre realtà olivicole, le due giornate divulgative hanno visto la partecipazione, oltre che dei divulgatori agricoli dell’ARSAC: Vincenzo Maione, Fabio Petrillo, Saverio Zavaglia, anche di un esperto del settore, Vitantonio Priore, funzionario dell’Ufficio Innovazione e Conoscenza in Agricoltura, Regione Puglia.
Come di consueto la manifestazione si è articolata in due giornate. Nel corso della prima, venerdì 20 marzo, presso lo storico Palazzo Amaduri di Gioiosa Jonica, alla presenza delle istituzioni locali e di una nutrita platea, si è svolto il seminario tecnico-divulgativo dal titolo “La potatura nella gestione dell’oliveto”. Le interessanti relazioni in programma hanno trattato i vari aspetti connessi alla potatura, partendo dai concetti teorici e di fisiologia dell’olivo a quelli pratici di esecuzione dei tagli. Nel corso del workshop svoltosi a margine degli interventi programmati è stato dedicato ampio spazio al dibattito, cogliendo così l’occasione di far emergere attraverso le osservazioni dei partecipanti le criticità e i punti di forza del comparto. Fra le numerose tematiche trattate, si ricorda quella relativa alla delicata situazione fitosanitaria che stanno vivendo proprio in questo periodo alcuni territori olivicoli pugliesi, determinata dal cosiddetto “Co.Di.R.O.” (Complesso del Disseccamento Rapido dell’Olivo). Nella seconda giornata, sabato 21 marzo, presso l’azienda agricola Dr. Cento Domenico, sita in agro di Gioiosa Jonica, si è svolta una prova dimostrativa di potatura su diverse piante di olivo, durante la quale sono state affrontate diverse problematiche di ordine pratico, evidenziando le corrette tecniche da adottare per razionalizzare l’intervento cesorio ed abbattere i costi di produzione. A seguire si è dato il via alla “V° Gara di potatura dell’olivo nella Locride” che ha visto impegnati ben trentadue potatori provenienti da diverse aree della Regione. Tra i concorrenti anche molti giovani studenti iscritti all’Istituto Tecnico Agrario di Caulonia, che insieme ai colleghi più esperti, sotto la supervisione del direttore di gara e degli assistenti di campo, si sono messi alla prova per dimostrare la propria abilità nel “condurre gli olivi verso l’equilibrio vegeto-produttivo”.
Al termine della competizione, una giuria tecnica costituita da agronomi e potatori di comprovata esperienza, ha provveduto ad effettuare la valutazione finale stilando una classifica di merito dalla quale sono emersi i tre più bravi potatori, che si sono aggiudicati i premi in palio:
1° premio: Piccolo Salvatore – Gerace (RC)
2° premio: Nigro Giuseppe – Gioiosa Jonica (RC)
3° premio: Rodinò Francesco – Locri (RC)
Tutti i partecipanti alla manifestazione hanno ricevuto un attestato comprovante l’attività svolta.
Grazie all’impegno degli organizzatori e al contributo logistico dei partner dell’iniziativa, ancora una volta le due giornate formative hanno ottenuto grande successo ed apprezzamento, testimoniato dalle numerose presenze tra proprietari di aziende agricole desiderosi di acquisire nuove nozioni da poter mettere in pratica per il miglioramento delle produzioni olivicole e per far quadrare il bilancio dell’azienda, potatori professionisti e principianti, studenti dell’Istituto Tecnico Agrario e dell’Università provenienti da diversi comprensori della regione.
Slogan della manifestazione: “Conoscendo si pota, ignorando si taglia!”